I pistacchi: curiosità e benefici

I pistacchi, appartenenti alla famiglia della cosiddetta “frutta secca”, sono famosi in tutto il mondo. Le loro origini sono asiatiche e secondo diverse testimonianze già nel 6.000 aC. venivano coltivati anche in altre località, come ​​Iran, Iraq e Siria. Oggi i pistacchi disponibili in vari modi: sgusciati, salati e persino zuccherati (ed impiegati ad esempio nella preparazione di dolci, creme, gelati, mousse e così via). Queste ultime due tipologie però, potrebbero non essere una buona scelta a causa del loro elevato contenuto di sodio e zucchero. La prima invece è la più consigliata anche se è importante che vengano immagazzinati in contenitori ermetici in luoghi freschi e asciutti, in modo tale che possano durare per molti mesi senza andare male.
Per quanto riguarda l’aspetto salute, i pistacchi rappresentano degli ottimi alleati. Per cosa?
Scopriamolo insieme!

Innanzitutto, i pistacchi contengono antiossidanti carotenoidi come luteina e zeaxantina. Questi antiossidanti aiutano a ridurre il rischio di contrarre una malattia maculare legata all’età negli anziani, secondo la ricerca condotta da Chen CYO e Blumberg JB dalla Tufts University, Boston, USA. Possono essere inclusi, insieme alle verdure, per una maggiore disponibilità di luteina e zeaxantina. antiossidanti. Inoltre, ricercatori della Tarbiat Modarres University, a Teheran, in Iran, hanno saputo identificare ed estrarre con successo questi antiossidanti da aggiungere ad altri alimenti. Gli antiossidanti neutralizzano i radicali liberi che si formano nel corpo dopo il metabolismo cellulare prevenendo così il cancro e le malattie cardiache.

Nelle persone affette da diabete, gli antiossidanti presenti nei pistacchi aiutano a controllarlo. Questo perché gli zuccheri formano legami inadeguati con le proteine ​​e li rendono inutilizzabili: tale processo è conosciuto come glicazione e gli antiossidanti presenti nei pistacchi contribuiscono nella sua riduzione.
I pistacchi, contengono anche delle sostanze che contribuiscono all’assorbimento di ferro nel corpo, aiutando così a combattere (ed allo stesso tempo prevenire) l’anemia. Senza contare gli innumerevoli benefici al cuore ed allo stomaco, perché rappresentano una buona fonte di fibre alimentari, migliorando il processo di digestione.

E non è tutto: i pistacchi aiutano ad eliminare la secchezza dalla pelle poiché sono ricchi di grasso saturo il quale svolge un ruolo importante nel campo della bellezza: può essere un ottimo olio per il corpo ed anche un ottimo ingrediente per delle terapie tradizionali come ad esempio l’aromaterapia e la terapia tradizionale di massaggio.
Insomma, da questo possiamo dedurre che mangiare i pistacchi fa bene (in quantità limitata ovviamente) al corpo, al cuore e… alla mente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *