inserimento al nido

Asilo Cabiate: Inserimento al nido e “Scatola dei Tesori”

Il periodo della permanenza al nido è fondamentale per la crescita del bambino dato che rappresenta il primo momento in cui solitamente esso si allontana dal genitore e dalla casa familiare per vivere per un periodo continuato in un ambiente diverso con educatrici e altri bambini con cui relazionarsi.

L’ambientamento al nido è quindi un momento molto delicato che,se sottovalutato, può causare stress nel bambino. Il ruolo dei genitori e delle educatrici è fondamentale per far sì che il bambino possa valutare il nido come un luogo sicuro e in cui sentirsi a proprio agio. Ciò migliorerà anche la sua capacità di adattarsi al mondo esterno e di reagire a stimoli diversi.

Inserimento al nido

inserimento al nido

Per prima cosa il bambino ha bisogno di punti di riferimento per l’inserimento al nido, sia spaziali che emotivi.

Per questo motivo all’asilo nido L’isola che non c’è di Cabiate viene consigliato al genitore di rimanere disponibile nelle prime due settimane di frequenza.

Gradualmente diminuirà il tempo in cui sarà presente il genitore e aumenterà il tempo in cui il bambino sarà al nido vivendo i momenti di routine come il pranzo, la nanna o il cambio.

E’ necessaria ovviamente la perfetta collaborazione tra i genitori e le educatrici.

Un inserimento graduale insieme a incontri con i genitori per condividere informazioni riguardo all’ambientamento del bambino, sono quindi i due elementi necessari per permettere la massima tranquillità del piccolo insieme a quella dei genitori.

E’ inoltre consigliato che essi salutino in modo solare e sorridente e allo stesso tempo sicuro e deciso i bambini al momento del saluto. Un sorriso sincero e un atteggiamento sicuro permetteranno al bambino di sentirsi altrettanto sicuro e tranquillo.

E’ inoltre sconsigliato nascondersi per controllare il bambino, perché ciò potrebbe invece scatenarne il pianto. Il pianto stesso va presentato al bambino come una reazione normale, ma che si può superare per tornare tranquilli e sicuri.

Per garantire un graduale “ri”ambientamento nel mese di settembre, dopo le vacanze estive l’Asilo Nido L’isola che non c’è di Cabiate propone di utilizzare “la scatola dei tesori”.

Essa consiste in una scatola decorata e preparata con i bambini che verrà loro consegnata alla fine dell’anno. Il loro compito sarà quello di riempire la scatola dei tesori di ricordi, oggetti, letterine e pensieri raccolti durante il periodo estivo.

La vacanza consiste infatti in un momento di nuove esperienze ricco di sentimenti e novità. Al rientro al nido la scatola dei tesori sarà conservata e riempita con oggetti e ricordi del nuovo anno di nido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *